Menu

Poker online, cambiano a livello mondiale gli equilibri di settore

18 Dicembre, 2019 - Poker
Poker online, cambiano a livello mondiale gli equilibri di settore

A livello mondiale, per quel che riguarda il poker online, sono ufficialmente cambiati gli equilibri di settore. E questo dopo che, in accordo con quanto è stato riportato dal sito tematico assopoker.com, si è appreso che la storica room Coral Poker-Eurobet ha lasciato il network di Playtech iPoker per andare a migrare sul PartyPoker Network che è di proprietà di GVC. 

Coral è approdata su PartyPoker

La migrazione è avvenuta in data mercoledì 4 dicembre del 2019, ed è stata comunicata a tutti i clienti attraverso l’invio di un messaggio a mezzo posta elettronica. Al momento, per quel che riguarda il poker cash game, PartyPoker risulta essere il sesto network a livello internazionale, per numero di giocatori attivi, rispetto ad iPoker che, invece, si attesta attualmente al dodicesimo posto. 

Il software PartyPoker è tra i migliori in assoluto

Per giocare, il software di PartyPoker è stato sviluppato da PartyGaming che è uno dei leader mondiali del settore. Il che significa che la room garantisce intrattenimento in maniera equa, stabile e sicura a fronte della possibilità di agganciare un secondo monitor, e di essere addirittura presenti in 18 tavoli di poker contemporaneamente. 

La PartyPoker room, hand history e possibilità di deal con gli avversari

Una delle più interessanti particolarità della room di PartyPoker è quella che prevede, ai tavoli finali dei tornei di poker, di poter fare un deal con gli avversari, così come avviene spesso nei casinò fisici, al fine di spartirsi i premi in denaro. 

Inoltre, grazie alla funzione hand history, tutti i giocatori del network di PartyPoker hanno la possibilità di analizzare in qualsiasi momento il proprio gioco e di migliorarsi andando a rivedere tutto il proprio storico. 

Nessun problema poi per versare sul conto di gioco, e per prelevare le vincite, in quanto PartyPoker accetta carte ricaricabili Postepay, Neteller, carte di credito Visa e Visa Electron, WebMoney ed il bonifico bancario.